animazioni volo
testata
animazione bimbi
logo fivl

Gruppo di piloti praticanti il volo libero in deltaplano e parapendio
aderenti alla asd FIVL - Associazione Nazionale Italiana Volo Libero (registro CONI n. 238227)

logo fivl
sei in: Volo Libero Bergamo > archivio 2009 > comunicati 2009
clik su foto per ingrandire

Martedì 16 giugno 2009,
GITA A CAVALLARIA

Martedì 16 giugno 2009, gita a Cavallaria, presso Ivrea, Torino.
Siamo in cinque: Genio, Tobia, Beppe, Giorgio “shampoo” ed io.
Ragazzi che fatica stare dietro ai pensionati!
Non fanno altro che brontolare, lamentarsi, non gli va mai bene niente, non hanno spirito d’avventura, sono insofferenti di tutto e non concordano su niente.
Non gli va di alzarsi presto, ma non vogliono partire tardi. Non se la sentono di andare troppo lontano, ma neppure troppo vicino. Siamo appena arrivati e già vogliono tornare a casa. Hanno le mogli alle costole che non li mollano neppure a 170 km da Bergamo. Telepatia? No, tele-rompimento!

Saremmo dovuti andare a volare a Sestola, sull’Appennino modenese, oppure al Giumello in Valsassina. All’ultimo momento (siamo già in autostrada) pensano di deviare per Laveno sul Lago Maggiore. Genio telefona a tutte le scuole d’Europa buttando giù gli istruttori dal letto per avere notizie sulla meteo. Alla fine decidiamo per Cavalleria, l’unico contatto che ha la cortesia di supportarci.

Per caricare Giorgio al casello di Agrate deve intervenire la Protezione Civile: il soggetto abita in Brianza dai tempi delle guerre Puniche, ma solo oggi scopre che ci sono due caselli. Lo recuperiamo dopo una settimana di ricerche.

gruppo cavallaria 2009
gruppo pensionati
giorgio vola cavallaria
Giorgio in atterraggio
vista cavallaria 2009
Vista di Cavallaria


Tobia, tecnico meticoloso, anzi, pignolo, calcola che tenere accese le luci di posizione durante la marcia aumenterebbe i consumi di carburante dello 0,001 % e di conseguenza le spese da suddividere. Ok, procediamo al buio pure in galleria.

Tralascio il racconto di quello che ti combinano durante le soste. Vi basti sapere che qualcuno si stava mangiando l’intera pensione di un anno ai gratta e vinci!

A Cavallaria troviamo piloti assolutamente gentili. Ci spiegano tutto: decolli, atterraggi, venti prevalenti, dove andare a mangiare un panino e dove fare pipì. I nostri faranno tutto il contrario.

Sono in volo da 15 minuti alle prese con termiche appena decenti; Beppe mi chiama per radio: “non vedo l’atterraggio!”. Glielo spiego. Passa mezz’ora, nuova chiamata radio: “grazie l’ho visto!”. C’era tutto il tempo per andarsi a schiantare su qualche roccione, ma questo è un dettaglio.

Va beh! Ho calcato un poco la mano. Siamo gente conviviale ed insieme ci divertiamo un casino (non nel senso di postribolo, anche se a qualcuno l’idea era venuta!). La giornata di volo non era delle migliori, ma sufficiente a tenerci in aria più di un’ora, senza grandi quote e lunghi percorsi. Ho tentato di tenerli fuori per una pizza, ma figuriamoci ... troppo stanchi!

La prossima gita? Ragazzi datemi una mano perché da solo non ce la faccio !!!
Saluti a tutti dal vostro
Gustavo
skype: gustavo.vitali